AAA+ Philippe Patek Repliche orologi Online

Alta qualità Nuovo Cronografo Uomo Chopard Grand Prix de Monaco Historique Chrono Swiss Made Replica

SHARE
, / 1193 0

chopard-grand-prix-monaco-historique-chrono-2014SaveAnteprima Baselworld 2014 Chopard Happy Diamonds Prezzi Replica Grand Prix de Monaco Historique Chrono è un cronografo uomo ispirato al mondo delle corse d’auto d’epoca. Completamente aggiornato nel design, propone una cassa in titanio a finitura opaca (matt), il nuovo colore giallo e il cinturino racing in omaggio alla Formula 1 storica.

chopard-grand-prix-monaco-historique-chrono-2014Save

Chopard è sponsor e cronometrista ufficiale del Grand Prix de Monaco Historique per la settima volta consecutiva. Per tradizione Chopard presenta un cronografo in omaggio a ogni edizione della gara monegasca che si tiene con cadenza biennale, e quest’anno per la precisione Sabato 10 e Domenica 11 maggio 2014.

Nuovo nell’estetica

La cassa adotta una nuova ergonomia che mostra anse dal profilo più allungato. Misura ben 44,5 mm di diametro e anche il quadrante è stato interamente rivisitato. L’anello su cui sono stati appoggiati gli indici è realizzato in un unico pezzo; il suo design si ispira a quello di un freno a disco sottolineato dagli indici a freccia rivestiti con sostanza luminescente Superluminova. Il giallo vivace del rehaut, della sfera dei secondi centrale, e di quelle dei quadrantini dei 30 minuti alle 12, e dei 60 alle sei, spicca su tutta la scena.

Telaio in Titanio

È una delle aziende che più ha contribuito alla definizione del moderno orologio gioiello: non più il pezzo esclusivo, ma il prodotto di serie che si inserisce in una collezione e dunque in una distribuzione ben ramificata. Il pezzo che diventa simbolo del marchio proprio per la sua diffusione e riconoscibilità. Perché in Chopard avvenisse questo tipo di sintesi, la storia ha dovuto riunire due diverse tradizioni familiari e produttive. C’è una radice tipicamente svizzera, quella che si riallaccia a Louis-Ulysse Chopard, che nel 1860 mette a frutto la sua cultura famialiare di costruttore e fonda un primo laboratorio nel villaggio di Sonvilier. La sua produzione si orienta agli orologi da tasca, comunque legati a meccanismi di grande qualità. C’è poi una radice tedesca, che riconduce Chopard a Karl Scheufele, gioielliere originario di Pforzheim, in Germania, che nel 1963 rileva l’azienda da Paul André Chopard, nipote del fondatore, per legarla indissolubilmente ai metalli preziosi e ai diamanti. Nasce uno stile inconfondibile, capace di capace di coniugare savoir-faire tradizionale con elementi stilistici forti, soprattutto femminili. La collezione Happy Diamonds, presentata nel ‘76, resta una delle espressioni più alte del moderno orologio-gioiello. A partire dal ‘96, Chopard ha riavviato un propria fabbrica di movimenti, a Fleurie: Chopard Manifacture contribuendo a tenere alto il nome del marchio con una serie di produzioni di alto profilo: dal calibro con nove giorni di riserva del ‘98, al tourbillon del 2003 al Chrono One del 2006. Karl Scheufele è tutt’ora presidente dell’azienda, mentre i suoi due figli Caroline e Karl Friedrich si dividono la responsabilità delle due aree su cui si muove l’azienda: quella della gioielleria e dell’universo femminile, che oggi spazia dagli orologi ai profumi, e quella che riguarda il mondo maschile, con particolare riguardo agli aspetti manifatturieri e costruttivi. La distribuzione, molto estesa, passa attraverso una lunga serie di succursali e soprattutto una fitta rete di negozi monomarca, che coprono tutto il mondo e non solo quello occidentale.

Pensato per offrire un alto grado di funzionalità al polso, come testimoniano il colore delle sfere appena descritte sospese sul quadrante argentèe – ad alta leggibilità, presenta i pulsanti della cronografia sempre in titanio cui superficie incisa per migliorarne il grip ricorda gli intagli per le fasce elastiche di un pistone. La cassa in titanio è a finitura microbillé, la lunetta e il fondello sono in acciaio lucidato. Su quest’ultimo è inciso il logo dell’Automobile Club di Monaco, ente organizzatore del Grand Prix.

Il cinturino in pelle di vitello nera possiede grandi buchi al centro in stile racing anni 60 e impunture di colore giallo. In opzione si può sceglierne uno in nylon intrecciato tipo NATO di colore nero con strisce gialle, che riprende il tetto della Ford GT40 o della Shelby Cobra Daytona. La corona in titanio avvitata è protetta da spallette microbillé.

Save

Movimento Meccanico Automatico Certificato Cronometro

Chopard ha scelto per questo cronografo uomo un movimento automatico con riserva di carica di 46 ore di cui per ora non si molto, come ad esempio se sia di manifattura o di derivazione da un Calibro standard – a parte che come la la cassa con i suoi 37,2 mm è di notevoli dimensioni. Com’è diffusa usanza per i cronografi del marchio è provvisto di certificato cronometrico rilasciato dal COSC.

(Prime) Conclusioni

Da una parte colori e dimensioni non lo fanno sembrare adatto a tutti, dall’altra – grazie anche allo status del celebre Mille Miglia – bisogna riconoscere che anche in questo Grand Prix de Monaco Historique vi è riflessa la lunga tradizione di Chopard in materia di crono sportivi. La Maison di Fleurier lo lancerà tra qualche giorno al Salone Baselworld 2014 e sarà il primo di una nuova collezione di modelli dedicati al mondo delle vecchie Bugatti, Ferrari, Lotus, Cooper e Lola che popolano oggi le corse di Formula 1 d’epoca cui per esperienza personale, e nel caso non l’aveste già fatto, vi consiglio di andare a vedere live almeno una volta nella vita!

Altre informazioni www.chopard.com

contaminuti

Leave A Reply

Your email address will not be published.

PASSWORD RESET


LOG IN